Qual è la migliore tipologia di canapa light legale?

Ormai il boom è inarrestabile: la canapa light legale dilaga in una mania che non accenna a diminuire. Grande varietà di prodotti disponibili in un moltiplicarsi di negozi e franchising.

E allora, oggi più che mai, la domanda sorge spontanea:

Qual è la migliore tipologia di canapa light legale?

La canapa light legale si caratterizza per l’alto contenuto di cannabidiolo, o cbd, e per un dosaggio di THC contenuto. E’ proprio il cannabidiolo, legalizzato in Italia in ritardo rispetto ad altri paesi, che ha generato questo grande interesse commerciale.

La pianta della canapa ha un ciclo di vita annuale e può avere esemplari maschi o femmine. Solo le infiorescenze delle piante femmina, però, sono ricche di cannabinoidi ai quali sono  associate moltissime proprietà terapeutiche.

Nella pianta della canapa sono presenti altre molecole, di cui bisogna tener conto per avere un prodotto di qualità: per esempio, i terbeni, il cui odore è sicuramente una delle prime caratteristiche più distintive: ogni pianta ha un suo profumo diverso. I terbeni sono idrocarburi organici che, oltre a  determinare la fragranza della pianta, svolgono un’ importante azione di difesa contro batteri e parassiti. Al pari del cannabidiolo, i terpeni si trovano in concentrazioni maggiori nei fiori delle piante di canapa femmina.

Tuttavia, conoscere la migliore tipologia di canapa light legale non significa solo individuare la giusta concentrazione di sostanze attive. Bisogna tener conto anche di altri fattori.

In Europa, la legislazione in materia di canapa, è molto attenta al limite di thc e solo in seconda istanza si preoccupa della qualità del materiale vegetale. A causa di questo, si è verificato più di una volta che in alcuni prodotti commercializzati considerati biologici e vegani si siano riscontrate tracce di insetticidi e di tracce biologiche animali.

Inoltre, una recente indagine condotta su prodotti di canapa light legale ha dimostrato come alcuni di questi prodotti in commercio non riportassero tracce di cbd o, in altri casi, le concentrazioni dichiarate fossero inesatte. In poche parole: prodotti di bassa qualità.

Partendo da queste considerazioni abbiamo deciso di testare varie tipologie di canapa per accertare quale sia la migliore tipologia di canapa light legale in commercio.

 

 

tipologie infiorescenza canapa sativa

Nell’immagine: varie tipologie di infiorescenza di canapa sativa a confronto. La differenza tra una varietà e l’altra non risiede unicamente nell’aroma e nelle caratteristiche, ma anche nell’estetica dell’infiorescenza stessa, ciascuna infatti presenta caratteristiche tipiche che la differenziano dalle altre. Immagine realizzata negli studi Legal Canapa.

 

Dopo una lunga e meticolosa selezione, la migliore tipologia di canapa light legale è risultata essere la Sweet Berry: una tipologia di prodotto composta da infiorescenze selezionate esclusivamente in base alla qualità dei principi attivi e da un ricco assortimento di terpeni che ne determinano la straordinaria fragranza, e di conseguenza il gusto, che si presenta molto forte (ma fresco) e ricorda fortemente la frutta.

Tuttavia, considerando l’aroma come un criterio di giudizio fondamentale, è assai arduo stabilire dare un giudizio assente da giudizi soggettivi, e pertanto le tipologie Nirvana e Wild Soul, avendo le medesime caratteristiche di qualità, potrebbero essere di maggior gradimento per amanti di aromi più selvatici e naturali.

Non rimane quindi che provarle, fateci sapere nei commenti qual è la vostra tipologia di infiorescenza preferita.

Riepilogo
Data
Prodotto
Canapa legale "Sweet Berry"
Valutazione
51star1star1star1star1star

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *